La Fecondazione in Vitro è l’unione dell’ovulo con lo spermatozoo in laboratorio –in vitro-, con il fine di ottenere embrioni già fecondati e pronti per essere trasferiti all’utero materno. La fecondazione degli ovuli può essere effettuata attraverso la técnica chiamata FIV convenzionale o attraverso Iniezione Intracitoplasmatica di Sperma (ICSI).

Fecundación In Vitro

Indicazioni

Causa sconosciuta di infertilità o sterilità. Fallimenti in cicli precedenti di inseminazione.

  • Assenza o lesioni nelle tube

  • Endometriosi.

  • Alterazioni nell’ovulazione.

  • Disturbi immunitari.

  • Alterazioni moderate o severe nella motilità, nella concentrazione o nella morfologia degli spermatozoi.

  • Incapacità degli spermatozoi di attraversare il muco cervicale.

  • Eiaculazione retrogada.

  • Lesioni della colonna.

Sviluppo del trattamento

La Fecondazione in Vitro si divide in 4 fasi

1. Fase di stimolazione

Generalmente si realiza dopo aver bloccato medicamente il ciclo naturale. Una volta ottenuto ciò, si inizia la stimolazione dell’ovaio con le iniezioni quotidiane di ormoni chiamati gonadotropine, autosomministrate sotto pelle da parte della paziente stessa. L’obiettivo è ottenere uno sviluppo follicolare molteplice, che ci permetta di avere un numero ragionevole di ovuli che possano essere fecondati.

Fecundación In Vitro

2. Agoaspirazione degli ovuli

Gli ovuli si estraggono dalla donna attraverso l’agoaspirazione dei follicoli. Questo intervento si controlla attraverso un’ecografia e si realizza sotto anestesia, in modo da non risultare dolorosa. Si effettua circa 11 giorni dopo l’inizio del ciclo. Il procedimento non richiede un ricovero e la paziente abbandona la clinica dopo un 30-60 minuti; una volta conosciuto il numero di ovuli ottenuti e con un avvicinamento alla qualità degli stessi. In seguito si preparano e classificano in laboratorio.

Il campione di seme dev’essere ottenuto quasi contemporaneamente all’estrazione degli ovuli, dopo un periodo di astinenza sessuale. Il seme si prepara in laboratorio, al fine di eliminare certe componenti e selezionare gli spermatozoi più adeguati alla fecondazione.

Fecundación In Vitro

3. Fase di fecondazione in laboratorio

Fecondazione in Vitro tradizionale

Successivamente si mettono a contatto gli spermatozoi e gli ovuli, restando in incubazione in un ambiente e in condizioni speciali per ore.

Il campione di seme dev’essere ottenuto quasi contemporaneamente all’estrazione degli ovuli, dopo un periodo di astinenza sessuale. Il seme si prepara in laboratorio, al fine di eliminare certe componenti e selezionare gli spermatozoi più adeguati alla fecondazione.

Fecundación In Vitro

ICSI (Iniezione Intracitoplasmatica di Spermatozoi).

L’ICSI è una técnica alla quale si ricorre quando i tassi di fecondazione sperati sono nulli o molto bassi dopo una FIV tradizionale:

  • Scarso numero di spermatozoi.
  • Anomalie gravi della morfologia del seme
  • Problemi di interazione tra ovuli e spermatozoi
  • Scarso numero di ovociti

Selezioneremo gli sprematozoi più adeguati, iniettandoli in ogni ovulo. Quest’opzione si utilizza in sempre più casi per ottimizzare i risultati dei trattamenti.

Una volta ottenuta la fecondazione, si selezionano gli embrioni que si trasferiranno nellutero della paziente.

4. Transferimento dell’embrione

Consiste nell’introdurre gli embrioni (al massimo tre) all’interno dell’utero. Si effettua dai 2 ai 3 giorni dopo l’estrazione degli ovuli. Il processo è assolutamente indolore e si realizza solitamente sotto controllo ecografico. Si resta poi a riposo per 45-60 minuti e si consiglia di continuare in casa per altre 24-48 ore. La paziente seguirà un trattamento ormonale, applicato con ovuli vaginali di progesterone, per favorire l’attecchimento degli embrioni.

Fecundación In Vitro

Tassi di successo

Fecondazione in vitro (percentuali)

Trasferimento da congelato